Ortodonzia non chirurgica: la tecnica Sato

17 maggio 2017

A cura della dottoressa Maria Francesca Cirigliano.

La tecnica del prof Sato è una soluzione ortodontica indicata nella terapia delle malocclusioni complesse o caratterizzate da problematiche delle articolazioni temporo-mandibolari, di cui un classico esempio è la mancanza di occlusione dei denti frontali: occlusione del morso. La sua principale peculiarietà è che si tratta di una tecnica minimamente invasiva; utile anche in tutti i casi di problematiche delle articolazioni temporo-mandibolari.

E’ auspicabile trattare le malocclusioni scheletriche durante la fase di crescita del paziente, perché in un paziente in crescita è possibile modificare le basi ossee, guidare la loro struttura verso una migliore armonia basale. A volte, purtroppo, intercettiamo i pazienti in età adulta o a fine crescita per cui non si può modificarne più di tanto la struttura ossea. Grazie alla tecnica del prof. Sato è invece possibile mettere in atto dei compensi che portano a cambiamenti scheletrici e quindi in alcuni casi alla risoluzione della malocclusione.

Grazie all’utilizzo di questa tecnica innovativa, è spesso possibile evitare di ricorrere alla chirurgia ortognatica, per la correzione di malocclusioni scheletriche nei pazienti a fine crescita, che per le altre tecniche ortodontiche sarebbero sicuramente da operare.

Con notevoli benefici per il paziente adulto, sia operativi sia di comfort.

Inoltre, certi disturbi delle articolazioni temporo-mandibolari, che si manifestano con rumori avvertiti nella zona davanti all’orecchio, dolore, tensione muscolare, mal di testa muscolo-tensivo sono spesso imputati ad una cattiva occlusione.

Questa tecnica, che ha cambiato radicalmente ed in meglio l’approccio ortodontico verso le malocclusioni scheletriche, si basa sulla modifica dell’inclinazione del piano occlusale, cioè di quel piano ideale che unisce i denti tra loro, attraverso l’utilizzo di una particolare apparecchiatura ortodontica fissa. Questo per mettere in corretto rapporto l’occlusione con le articolazioni temporo-mandibolari.

Si tratta di una terapia causale, non sintomatica, cioè si agisce sulle cause delle malocclusioni e pertanto il risultato è stabile e duraturo nel tempo.

Presso il Centro del Sorriso abbiamo mezzi e specialisti di prim’ordine per analizzare, studiare e proporti la migliore soluzione possibile e definitiva al tuo problema di occlusione. Vieni a trovarci senza impegno per una prima valutazione, siamo la scelta giusta per ripristinare funzione ed estetica della tua occlusione dentaria:l’armonia nella chiusura delle due arcate dentali.

Le nostre visite prevedono anche la possibilità di un esame radiologico con l’ausilio della TAC Cone Bean, presente all’interno dello studio.

Ti aspetto,

Dottoressa Maria Francesca Cirigliano

Specialista in ortognatodonzia

L'ortodonzia non chirurgica ha una sede

Al Centro del Sorriso tu sei importante

Vieni al Centro del Sorriso di Cuneo, valuteremo accuratamente le tue necessità ortodontiche e sopratutto il tuo desiderio di cambiamento.

Avrai una diagnosi immediata, il nostro centro è provvisto di Cone Beam (TAC) e potrai vedere come abbiamo felicemente risolto casi simili, tratti dalla nostra ampia casistica. Ti aspettiamo, chiedi di me.

Francesca Cirigliano

Ortodonzia linguale: l’estetica che funziona

L’ortodonzia linguale è una particolare tecnica ortodontica che permette di riallineare i denti ed ottenere una corretta masticazione attraverso l’utilizzo di un’apparecchiatura assolutamente invisibile.

Le classiche “piastrine” dell’apparecchio che siamo stati abituati a conoscere e a vedere, soprattutto nell’adolescente, vengono infatti utilizzate non più sulla parte esterna del dente, ma bensì da quella interna. Permettendo di risolvere qualsiasi tipo di problema estetico e funzionale, senza che l’apparecchio venga mai visto durante la cura.

Nello “Centro del Sorriso” utilizziamo l’apparecchiatura “Incognito” © 3M, progettata dal leader mondiale dell’ortodonzia linguale, che assicura il maggior comfort possibile al paziente, proponendo il sistema di attacchi più sottili in commercio (quindi con il minor disagio in assoluto durante la masticazione e la fonazione).

Gli attacchi invisibili Incognito sono prodotti in maniera individualizzata ed assolutamente specifici per ogni diverso caso.

I vantaggi di questo genere di terapia, rispetto ad altre tecniche estetiche sono:

  • estetica assoluta: sulla superficie esterna del dente non si vede assolutamente nulla, nemmeno un sottile strato di mascherina trasparente. L’allineamento dei denti è percepibile dal paziente a partire dai primi mesi

  • applicabilità in ogni singola situazione: così come con l’apparecchio esterno, si possono risolvere tutte le problematiche ortodontiche. Denti accavallati, mancanza di spazio, problemi di masticazione, situazioni nella quali è necessario togliere dei denti;etc.

  • semplice: non si richiede al paziente di indossare autonomamente qualcosa, quindi non si deve ricordare di mettere e togliere un dispositivo che potrebbe essere perso oppure rotto. Per tutta la durata della terapia, l’apparecchio è fissato sui denti e viene rimosso soltanto quando si è raggiunto il risultato previsto.

  • per gli adulti: questo genere di terapia è nata principalmente per l’adulto, e la sua indicazione massima la ritrova proprio in tutte quelle persone adulte che non possono o vogliono avere in bocca un apparecchio ortodontico visibile. Al Centro del Sorriso, eccellenza ortodontica piemontese si possono rivolgere con fiducia anche gli adulti che non hanno mai voluto sistemare la propria bocca per paura di utilizzare qualcosa di visibile.

  • per gli adolescenti: età difficile in cui l’aspetto estetico è fonte di continuo controllo, ebbene con la ortodonzia linguale si risolvono in modo invisibile anche i casi più complessi. Garantendo serenità ed efficacia.

Il Centro del Sorriso è specializzato nelle cure ortodontiche ed uno dei suoi soci – dottor Daniele Chillari – è relatore certificato Incognito 3M.

Contattaci con fiducia per una prima visita informativa, per capire come intervenire e capire il risultato estetico e funzionale che avrai.

Grazie per la cortesia

Dottor Daniele Chillari

Cos’è la parodontologia: gengive che sanguinano

Parodontologia.

Gengive che sanguinano o denti che muovono sono segni di una grave malattia orale che colpisce 4 individui su 10: la parodontopatia. La diagnosi ed il trattamento precoce delle fasi acute riduce notevolmente il rischio di perdere nel tempo i denti affetti. La diagnosi ottenuta da esami clinici (microbiologici e genetici) e strumentali ( rx endorale e tac Dentalscan) si avvale anche di test biochimici e microbiologici con cui individuare il profilo di rischio genetico e la presenza di batteri aggressivi all’interno del cavo orale. Il controllo nel tempo dei fattori che causano la malattia (placca batterica e tartaro) rappresenta il passo iniziale di un trattamento parodontale. Con la chirurgia rigenerativa parodontale i difetti generati dalle fasi acute vengono ridotti migliorando la prognosi dei denti colpiti dalla malattia.

Non trascurare le gengive sanguinanti, nella fase iniziale la parodontologia è curabile con tempi brevi, ma il trascurarla mette in dubbio la salute e la stabilità stessa dei denti.

Al Centro del Sorriso di Cuneo applichiamo le tecnologie più efficienti per riportare il tuo parodonto in piena salute.

Basta dolore, basta sanguinamento, prenota una visita.

Salute orale e benessere sessuale…. un collegamento che non ti aspettavi!

4 ottobre 2016

Che la salute orale fosse correlata ad una serie più ampia di benefici per tutto l’organismo è un argomento risaputo ormai da anni, ma quello che ti racconterò adesso ha dell’incredibile!

La malattia parodontale (quella che in passato veniva chiamata “piorrea”) è un problema che può colpire la gengiva, la radice del dente e l’osso che li sostiene.

Le manifestazioni possono essere le più disparate: sanguinamento delle gengive, ipersensibilità al freddo o al dolce, alitosi, denti che iniziano a muovere. show more

Perché vi è una TAC al Centro del Sorriso

9 settembre 2015
La radiologia Cone Beam – più conosciuta con il nome di TAC – costituisce oggi lo stato dell’arte per la diagnosi odontoiatrica. E’ attrezzatura sofisticata ed oggettivamente molto costosa, ma consente di capire perfettamente la situazione ossea.

Il Centro del Sorriso di Cuneo è dotato di una Cone Beam, al suo interno per dare un servizio rapido ed affidabile ai suoi pazienti. Senza obbligarli a lunghe e costose prenotazioni preso centri esterni.
show more